venerdì 13 novembre 2015

Digital for Social: Fondazione Vodafone sostiene il Terzo Settore




La Fondazione Vodafone Italia persegue, con il bando "Digital for Social. Il digitale al servizio delle buone idee", la digitalizzazione del Terzo Settore. I beneficiari della misura sono, in particolare, le organizzazioni già esistenti - ONLUS, volontariato, cooperative sociali o loro consorzi, APS, fondazioni, associazioni sportive, imprese sociali - che intendono realizzare progetti per l'utilizzo della tecnologia digitale a beneficio dei giovani in situazione di svantaggio. Il contributo a fondo perduto, di misura stabilita a discrezione della Fondazione per ciascun progetto ammesso, è destinabile a diverse attività - realizzazione siti, piattaforme e-commerce, APP, formazione, ecc. - e può coprire spese di personale, consulenza, forniture, marketing ed altri costi funzionali al progetto digitale.

Scadenza per la presentazione delle domande: 20 Dicembre 2015


Sommario scheda Digital for Social

1. Riferimenti normativi
2. Obiettivi
3. Risorse disponibili
4. Beneficiari
5. Oggetto di agevolazione
6. Spese ammissibili
7. Spese escluse
8. Tipologia e misura dell'agevolazione
9. Presentazione e valutazione delle domande
10. Erogazione
11. Riferimenti sul web




Digital for Social - Foto di Alberto Cardino durante Festivaletteratura Mantova 2015
Foto di Alberto Cardino durante Festivaletteratura Mantova 2015

1. Riferimenti normativi

Regolamento del bando "Digital for Social. Il digitale al servizio delle Buone Idee", pubblicato da Fondazione Vodafone Italia

2. Obiettivi

  • Contrasto al disagio giovanile e assistenza ai giovani in situazione di svantaggio
  • Utilizzo della tecnologia digitale per l'innovazione sociale (ad esempio, lezioni on-line per giovani residenti in zone isolate o costretti in ospedale, ecc.)
  • Digitalizzazione del Terzo Settore

3. Risorse disponibili

Euro 1.500.000


4. Beneficiari

Organizzazioni del Terzo Settore già costituite e consolidate (NON start-up o neocostituite) sul territorio italiano, con sede legale e operativa in Italia e con o senza esperienza maturata nella prevenzione e contrasto al disagio giovanile:
  • ONLUS iscritte o che abbiano richiesto di iscriversi presso l'Agenzia delle Entrate
  • Organizzazioni di volontariato iscritte o che abbiano richiesto di iscriversi negli appositi Registri regionali o provinciali 
  • Cooperative sociali o Consorzi di cooperative sociali iscritti o che abbiano richiesto di iscriversi agli albi regionali 
  • Associazioni di Promozione Sociale (APS) iscritte o che abbiano richiesto di iscriversi nei registri nazionale, regionali o provinciali 
  • Associazioni e Fondazioni legalmente costituite 
  • Associazioni sportive dilettantistiche riconosciute dal CONI, che svolgono una rilevante attività di interesse sociale ed iscritte o che abbiano richiesto di iscriversi nell'ultimo elenco pubblicato del 5 per mille 
  • Imprese sociali iscritte o che abbiano richiesto di iscriversi nel Registro Imprese secondo la Legge n. 155/2006

5. Oggetto di agevolazione

Progetti di tecnologia digitale, ancora da realizzare, con impatto sul territorio nazionale e sui giovani in situazione di svantaggio. Tra le azioni progettuali possono essere comprese, a titolo di esempio:
  • realizzazione di siti Internet e piattaforme digitali, solo se implementati per dare risposta a disagi giovanili 
  • formazione 
  • sviluppo e-commerce 
  • realizzazione di APP, ecc.

6. Spese ammissibili

  • Personale (dipendente o a progetto), solo in funzione del progetto digitale e nella misura in cui è ad esso dedicato 
  • Consulenze esterne (ad esempio quella legale) 
  • Consulenza servizi strumentali "in natura" (ad esempio, assessment delle competenze digitali interne, attività di formazione interna, sviluppo piattaforme e-commerce, realizzazione o revisione APP, sviluppo siti, ecc.) 
  • Forniture varie di beni e servizi 
  • Marketing e comunicazione 
  • Altre spese (ad esempio, trasferte funzionali al progetto) 
  • Oneri e IVA solo se indetraibile

7. Spese escluse

  • Progetti che prevedono unicamente l'acquisto di attrezzatura 
  • Acquisto di immobili 
  • Costi già sostenuti 
  • Utenze e affitti 
  • Hardware

8. Tipologia e misura dell'agevolazione

Contributo a fondo perduto di ammontare stabilito a discrezione della Fondazione Vodafone Italia

9. Presentazione e valutazione delle domande

  • Dal 20 Ottobre al 20 Dicembre 2015 sul sito http://fondazionevodafone.digitalforsocial.it mediante compilazione di form on-line e caricamento allegati 
  • Criteri di valutazione dei progetti: capacità di impatto sociale, fattibilità tecnica e sostenibilità economica, livello di innovazione digitale 
  • E' fatto obbligo di inserire, in sede di domanda, la URL relativa ad un video caricato su piattaforma gratuita (YouTube, Vimeo) di presentazione del team e del progetto, di durata massima pari a 4/5 minuti (anche mediante video animazioni e video demo del progetto) 
  • Comunicazione dei progetti vincitori entro febbraio 2016 
  • Monitoraggio dello sviluppo del progetto per 12 mesi o comunque fino al termine indicato in sede di domanda

10. Erogazione

In tre tranche:
  • la prima, di importo pari al 40% del contributo, all'avvio del progetto 
  • la seconda, pari al 40%, a progetto in corso a seguito di verifica di coerenza 
  • la terza, pari al 20%, a progetto terminato e dietro presentazione di rendiconto consuntivo

11. Riferimenti sul web

Il regolamento, la modulistica e le FAQ sono scaricabili dal sito della Fondazione Vodafone Italia: http://fondazionevodafone.digitalforsocial.it


RIPRODUZIONE RISERVATA


Regolamento - bando Digital for Social:


Tweets